Astrokids

La ballata delle galassie: la sesta avventura in musica di Martina Tremenda

Lo diceva anche il filosofo greco Pitagora, quello del celebre teorema: i pianeti ballano intorno al Sole, suonando e facendo un bel girotondo.
D’accordo, non diceva esattamente così… però nella musica, l’astronomia ha sempre trovato rifugio. Quasi che nell’armonia musicale si dovesse necessariamente celare la chiave per interpretare il significato più profondo del cosmo.
Anche nella nomenclatura della fisica moderna si trovano riferimenti espliciti: basti pensare alle “risonanze”, che in astronomia indicano orbite con una relazione semplice fra periodi, e che in fisica delle particelle possono rivelare, nel caso si tratti di risonanze in energia, l’esistenza delle particelle stesse – nuove o vecchi che siano. Il celebre Bosone di Higgs è stato scoperto proprio come “risonanza in energia” delle misure sperimentali.
E la nostra Martina? Be’, la nostra Martina più di altri è vittima di questo immenso fascino musicale del Cosmo: non è forse lei che, affascinata dalla Luna da piccola, sta dedicando la sua vita all’esplorazione dell’Universo? C’è da stupirsi che sia felice, anche se si è perduta (temporaneamente) e non sa dove si trova, ma sente una meravigliosa musica intorno a lei?
Realtà Debora Mancini e The Apricot Tree danno musica e note a questa nuova avventura di Martina, che assiste alla ballata delle galassie, che suonano il tempo sulle corde dello spazio-tempo.

INAF – Osservatorio Astronomico di Brera e Associazione Realtà Debora Mancini presentano
Le avventure di Martina Tremenda in musica da un’idea di Stefano Sandrelli e Debora Mancini
La ballata delle galassie: Testo Stefano Sandrelli, Musica Daniele Longo, Voci The Apricot Tree: Nicoletta Tiberini, Selena Galleri, Andrea Di Ceglie, Voce narrante Debora Mancini, Arrangiamenti musicali Daniele Longo e Fabrizio Grecchi, Arrangiamenti vocali The Apricot Tree, Registrazioni effettuate da Fabrizio Grecchi presso Studio Musica Visibile, Mixaggio, Editing, Mastering Musica Visibile

La ballata delle galassie

Martina Tremenda, tanto per cambiare,

viaggiando nel cosmo si trovò in alto mare.

“Questa astronave,” disse, “non ne azzecca una:

ci siam persi e stavamo andando sulla Luna!

Eccoci dentro una nube grande, nera e gassosa,

per fortuna sono un’esploratrice coraggiosa.”

Era tutto buio e c’era una strana vibrazione

come se qualcuno canticchiasse una canzone.

Si la sol fa mi re do, ambarabàciccìcoccò

Si re la si sol sol fa, si rilassi sul sofà.

“Di sicuro” pensò Martina, non è un violino…

è piuttosto la cantilena di un bambino!

“Strano,” pensò Martina, “nei vuoti interstellari

non ci sono suoni, ma onde gravitazionali.

Forse sono le galassie che suonano il tempo

sulle corde dello spazio-tempo.

Magari pianeti, stelle e l’altra roba spaziale

parlano con un linguaggio musicale?

Non ci credi tanto? Ma vedi, in fondo,

intorno al Sole i pianeti fanno il girotondo!

Devo pensarci ancora un po’, ma sarebbe forte

l’universo che balla al suono di un pianoforte!”

Così viaggiava senza meta Martina cantatrice:

si era persa, è vero, ma era felice.

Scritto da

Stefano Sandrelli Stefano Sandrelli

Tecnologo dell'Inaf presso l’Osservatorio Astronomico di Brera. E' stato responsabile nazionale della Didattica e Divulgazione per l’Ufficio Comunicazione dell’INAF dal 2016 al 2020. Docente del corso “nuovi modi per comunicare l’astronomia” per il master MACSIS, Università Bicocca. Collaboratore della rivista Sapere, per la quale tiene la rubrica Spazio alla scuola. Dal maggio 2000 al dicembre 2015 ha curato per l’ Agenzia Spaziale Europea (ESA) oltre 500 puntate di una rubrica televisiva in onda da Rainews24 e RAI 3. Autore per Zanichelli, Einaudi e Feltrinelli.

Categorie