L'astronomo risponde Sassi dal cielo

Bolidi di giorno

L'astronomo risponde a: "È possibile avvistare i bolidi anche di giorno?" La risposta vi... illuminerà!

È possibile avvistare i bolidi anche di giorno? Una mattina, intorno alle 6 circa, ho visto una palla di fuoco cadere lasciando dietro di se una bella coda di fumo!

Pierpaolo

Certamente!

Occorre tenere presente però che la luce diurna rende un evento di questo tipo molto più raro rispetto all’avvistamento di bolidi notturni. È necessario infatti che le dimensioni dell’oggetto che genera il bolide siano tali da produrre una luminosità significativa (superiore a quella del pianeta Venere, il terzo oggetto più luminoso in cielo dopo Sole e Luna).
Il primo evento “storico” ad essere videoregistrato risale all’agosto 1972 ed è appunto chiamato “Grande Bolide diurno del 1972”. Attraversò i cieli di Stati Uniti e Canada da Sud a Nord, provocato da un oggetto di qualche decina di metri. Curiosamente la direzione fu tale che dopo aver raggiunto una quota di 58 km ricominciò ad allontanarsi dalla Terra senza colpirla, alla velocità di circa 15 km/s.

Vi sono numerosi eventi recenti di cui è possibile consultare i video per esempio su youtube, digitando “daytime meteor”, ma l’evento di gran lunga più spettacolare si è verificato nella zona degli Urali, in Russia, a Celjabinsk il 15 febbraio 2013 alle 9.13. Il bolide fu generato da un meteoroide di circa 15 metri di diametro, la cui esplosione avvenuta a oltre 30 km di quota rilasciò un’energia pari a 30 volte quella della bomba atomica di Hiroshima.

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scritto da

Danele Gardiol Danele Gardiol

Primo tecnologo presso l'Osservatorio Astrofisico di Torino. Tra le altre cose si occupa del progetto PRISMA, la prima rete italiana per la sorveglianza sistemica di meteore e atmosfera.

Categorie