Per la scuola

Earth Day: la Terra al tempo del Covid

In occasione dell'Earth Day, Edu INAF segnala due attività a tema ambientale presenti sull'astroEDU in lingua italiana: un modo per celebrare il nostro pianeta e aumentare la nostra consapevolezza sull'ambiente in cui viviamo.

Ultimo aggiornamento il 19 Maggio 2020 alle 11:12 am

The Blue Marble“, famosa fotografia della Terra scattata il 7 dicembre del 1972 dalla missione Apollo 17 – via commons
Il giorno della Terra, o Earth Day, è un evento annuale che cade il 22 aprile per celebrare il nostro pianeta e aumentare la nostra consapevolezza dell’ambiente in cui viviamo.
In particolare quest’anno, a causa della pandemia di Covid19, molti degli eventi aperti al pubblico (fiere, festival e manifestazioni simili) sono state sospese o, alcune di queste, sono state trasformate in manifestazioni on-line. E’ questo il caso proprio dell’Earth Day di quest’anno, trasformatosi in una maratona multimediale, iniziata alle 8:00 di questa mattina e che si concluderà 20.
Anche l’Istituto Nazionale di Astrofisica partecipa a questa maratona multimediale grazie a Francesco d’Alessio che, in collegamento da Roma, mostrerà come gli astronomi dell’Istituto si sono adattati a lavorare da casa durante questo periodo di lavoro da casa in attesa del ritorno all’uso diretto degli strumenti di osservazione. Il suo intervento è previsto tra le 18:30 e le 19:30 e potrete guardarlo, così come tutti gli altri, sul sito #OnePeopleOnePlanet.
Prima di salutarvi, vi segnalo alcuni articoli e risorse sul nostro pianeta:
Chi dimostrò che la Tera era tonda: un lungo e completo articolo di Silvia Kuna Ballero sulla sfericità della Terra e su come siamo arrivati a tale conclusione ben prima di mandare satelliti nello spazio.
Come la Terra attira la Luna e una mela: un articolo, ricco di formule, di Gianluigi Filippelli dove si può vedere come calcolare l’accelerazione di attrazione gravitazionale della Terra nei confronti della Luna a partire da quella di una mela.
Dal sito astroEDU, invece, segnaliamo Palloni effervescenti, che si concentra sulle proprietà dell’anidride carbonica, uno dei più noti gas serra, e Clima continentale e clima oceanico, sui differenti climi presenti sul nostro pianeta.
Infine vi invitiamo a dare un’occhiata alle nostre sezioni Scuola online e Risorse didattiche dove potrete trovare altri contenuti interessanti legati al nostro pianeta.
L’idea di proporre una giornata dedicata alla Terra venne avanzata per la prima volta nel 1969 alla conferenza UNESCO di San Francisco dall’attivista John McConnell, che suggerì il 21 marzo del 1970 per le celebrazioni. Tale giornata venne ufficialmente stabilita in un “manifesto” redatto da McConnell insieme con il segretario generale delle Nazioni Unite U Thant. Sulla stessa linea di condotta si mosse nel frattempo il senatore statunitense Gaylord Nelson, che propose l’Earth Day come evento per aumentare la consapevolezza ambientale da celebrare il 22 aprile del 1970.
Da allora l’Earth Day è diventato un evento internazionale, celebrato in oltre 193 paesi.

Scritto da

Gianluigi Filippelli Gianluigi Filippelli

Ha conseguito laurea e dottorato in fisica presso l’Università della Calabria. Tra i suoi interessi, la divulgazione della scienza (fisica e matematica), attraverso i due blog DropSea (in italiano) e Doc Madhattan (in inglese). Collabora da diversi anni al portale di critica fumettistica Lo Spazio Bianco, dove si occupa, tra gli altri argomenti, di fumetto disneyano, supereroistico e ovviamente scientifico. Last but not least, è wikipediano.

Categorie