Secondaria di primo grado Secondaria di secondo grado Università Laura Leonardi Salvatore Orlando Video rubriche Esopianeti Scienze: Tecnologia Astronomia e modelli 3D

55 Cancri-e, un ardente pianeta vulcanico extrasolare

Scopriamo l'esopianeta roccioso 55 Cancri-e grazie alla realtà virtuale di 3DMAP-VR

Aggiornato il 8 Gennaio 2021

Grazie all’uso della realtà virtuale è possibile raggiungere e tuffarsi all’interno dei fenomeni più affascinanti dell’universo! Le meravigliose simulazioni che vedrete in questi video divulgativi dell’INAF Osservatorio Astronomico di Palermo sono alla base di ricerche scientifiche che si avvalgono di modelli 3D che riproducono fedelmente gli oggetti astrofisici. Questo nuovo approccio è reso possibile grazie al progetto 3DMAP-VR che ha anche, fra i suoi obiettivi, quello di rendere accessibile l’esplorazione di questi modelli sviluppati per la ricerca scientifica a scopi didattici e divulgativi.

Vedi tutte le pillole della videorubrica

Descrizione

Questa video-pillola appartiene alla web-serie SocialMente: condividiAMO l’universo pubblicata sul canale YouTube dell’INAF di Palermo a partire dal 30 Ottobre 2020.

L’episodio 3 qui presentato introduce un modello 3D interattivo che presenta il caldo e roccioso pianeta extrasolare 55 Cancri-e, caratterizzato da condizioni fisiche e morfologiche estreme, molto diverse da quelle dei pianeti del nostro sistema solare.
Il pianeta orbita attorno alla sua stella, 55 Cancri, una nana gialla (classe G8-V) molto simile al nostro Sole, che si trova a circa 42 anni luce dalla Terra nella costellazione del Cancro. 55 Cancri fa parte di un sistema binario ed ha per compagna una nana rossa (classe M3.5-4V).
Attualmente sappiamo che il pianeta 55 Cancri-e orbita insieme ad altri cinque pianeti e che di questi è il pianeta più interno del sistema, vicinissimo alla sua stella (molto più di Mercurio al nostro Sole) e quasi due volte più grande della Terra. Anche a causa di questa sua vicinanza alla stella madre, il pianeta possiede un’attività geologica estrema. Secondo le attuali conoscenze, 55 Cancri-e è in rotazione sincrona attorno alla stella, come la Luna alla Terra. Per tale motivo mostra alla stella sempre la stessa faccia. Ne consegue che il suo lato diurno (sempre rivolto verso la stella) subisce un forte irraggiamento. Questo determina valori elevati di temperatura in atmosfera che la rendono ricca di minerali di origine vulcanica vaporizzati. Il suo lato notturno invece ospita un involucro esteso, probabilmente simile alla coda di una cometa, con una considerevole componente di idrogeno.
Il modello presente in questa video-pillola, raggiungibile raggiungibile su Sketchfab, è una rappresentazione artistica basata su studi professionali e fa riferimento alla ricerca guidata da Darius Modirrousta-Galian dell’INAF di Palermo (Modirrousta-Galian et al. 2020, ApJ 888, id.87).

Approfondisci

La web-serie SocialMente: condividiAMO l’universo è stata ideata per condividere con il grande pubblico curiosità sullo spazio e la passione che gli astrofisici mettono nel loro lavoro di ricerca.
Sono state realizzate due playlist, una con tutti gli episodi in italiano e un’altra tutti gli episodi in inglese.

Il progetto 3DMAP-VR

Info sul progetto.

Orlando, S., Pillitteri, I., Bocchino, F., Daricello, L., & Leonardi, L. (2019). 3DMAP-VR, A Project to Visualize Three-dimensional Models of Astrophysical Phenomena in Virtual Reality. RNAAS, 3(11), 176. doi:10.3847/2515-5172/ab5966 (arXiv)

Scopri tutte le collezioni 3D per la realtà virtuale

Universe in hands: contiene modelli fisici sviluppati usando sofisticati codici magnetoidrodinamici per l'astrofisica largamente utilizzati in astrofisica, tra cui il codice PLUTO sviluppato presso l'Università di Torino in collaborazione con INAF-OATO.

The art of astrophysical phenomena: raccoglie i modelli che sono frutto di ricostruzioni artistiche di fenomeni astrofisici sulla base di ciò che sappiamo di questi oggetti.

The Science of Science Fiction: I modelli prendono spunto da scene di film di fantascienza, come Star Wars, 2001: Odissea nello spazio o Interstellar, per evidenziare quali parti siano scientificamente vere e quali no, e per illustrare fenomeni e concetti di astrofisica.

Anatomy of astrophysical objects: dove i modelli sono dei cartoon che descrivono la struttura di oggetti astronomici.

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.