Astrokids

Come diventare esploratrice spaziale! La quarta avventura in musica di Martina Tremenda

Disegno di Angelo Adamo
“Martina Tremenda scappò dalla culla, / che era nata da un’ora e un nulla: / e due minuti dopo mezzogiorno, / aveva esplorato cucina e soggiorno”. Insomma, Martina era curiosa fin da piccola. C’è poco da fare. Ha fame: di conoscere, esplorare e divertirsi.
Ecco nella quarta canzone realizzata da Associazione Realtà Debora Mancini, in collaborazione con l’INAF-Osservatorio Astronomico di Brera, i primi momenti di vita – a ritmo di ska – della nostra piccola esploratrice.

INAF – Osservatorio Astronomico di Brera e Associazione Realtà Debora Mancini presentano
Le avventure di Martina Tremenda in musica da un’idea di Stefano Sandrelli e Debora Mancini
Martina Tremenda, esploratrice spaziale: Testo Stefano Sandrelli, Musica Daniele Longo, Voce solista Daniele Longo, Cori Nicoletta Tiberini, Daniele Longo, Fabrizio Grecchi, Voce narrante Debora Mancini. Arrangiamenti Daniele Longo e Fabrizio Grecchi, Registrazioni effettuate da Fabrizio Grecchi presso Studio Musica Visibile, Mixaggio, Editing, Mastering Musica Visibile.

Martina Tremenda, esploratrice spaziale

Martina Tremenda scappò dalla culla

che era nata da un’ora e un nulla:

e due minuti dopo mezzogiorno,

aveva esplorato cucina e soggiorno.

Impiegò un’ora e un pezzetto

a scoprire la camera da letto.

Poi in quattro e quattr’otto

si spinse in bagno e in salotto.

Il giorno dopo, di mattina,

si smarrì fra ingresso e cucina:

non aveva un mese d’età

e già conosceva l’intera città.

“Fermate questa mocciosa!”

consigliò una zia danarosa.

“Che male fa? È nata per curiosità,

voleva vedere cosa c’è di qua!

Martina cresce ed è solo vivace,”

disse la mamma, “Conoscere le piace!

È solo che ha sempre fame:

ieri nel latte ha mangiato un salame!”

Ma fu quando la bimba scorse la Luna,

che i genitori intesero la sua fortuna:

fece gli occhi dolci e innamorati,

come se avesse visto tre gelati.

E decise che il suo mestiere

non era l’avvocato né il pompiere.

“Andrò tra Orione e il Pesce Australe:

da grande farò l’esploratrice spaziale!”

Scritto da

Stefano Sandrelli Stefano Sandrelli

Tecnologo dell'Inaf presso l’Osservatorio Astronomico di Brera. E' stato responsabile nazionale della Didattica e Divulgazione per l’Ufficio Comunicazione dell’INAF dal 2016 al 2020. Docente del corso “nuovi modi per comunicare l’astronomia” per il master MACSIS, Università Bicocca. Collaboratore della rivista Sapere, per la quale tiene la rubrica Spazio alla scuola. Dal maggio 2000 al dicembre 2015 ha curato per l’ Agenzia Spaziale Europea (ESA) oltre 500 puntate di una rubrica televisiva in onda da Rainews24 e RAI 3. Autore per Zanichelli, Einaudi e Feltrinelli.

Categorie