Eventi

Star Party 2019: torna la festa dell’astronomia in Val d’Aosta

La Fondazione Clément Fillietroz-ONLUS, che gestisce l’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta e il Planetario di Lignan, organizza da venerdì 27 a domenica 29 settembre 2019 il 28° Star Party a Saint-Barthélemy, la festa dell’astronomia più antica d’Italia.
Nella sua storia quasi trentennale, l’appuntamento è diventato una vera e propria riunione di famiglia della comunità astronomica italiana: ricercatori scientifici, astrofili, astrofotografi, costruttori e rivenditori di strumenti, comunicatori della scienza, astroartisti, appassionati e curiosi si incontrano, confrontano esperienze, si scambiano idee, fanno progetti nuovi.
Il 28° Star Party a Saint-Barthélemy ha ottenuto i prestigiosi patrocini dell’Agenzia Spaziale Italiana e dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, i due principali enti del nostro Paese che si occupano dell’esplorazione dello spazio e dello studio dell’universo. Come ogni attività dell’Osservatorio Astronomico, la manifestazione è resa possibile dal continuo sostegno della Regione Autonoma Valle d’Aosta, del Comune di Nus e della Unité des Communes Valdôtaines Mont-Émilius, ovvero i soci fondatori della Fondazione C. Fillietroz-ONLUS. Lo Star Party si avvale di due ulteriori collaborazioni: per la logistica, con il distaccamento di Nus dei Vigili del fuoco volontari della Valle d’Aosta; per la comunicazione, con Gruppo B Editore, ora denominato BFC Space e prossimo a lanciare il nuovo mensile di cultura astronomica Cosmo, erede delle storiche Nuovo Orione e Le Stelle.
Il 28° Star Party a Saint-Barthélemy si svolge nell’ambito del Progetto n. 1720 “EXO/ECO – Esopianeti – Ecosostenibilità – Il cielo e le stelle delle Alpi, patrimonio immateriale dell’Europa“, finanziato a valere sui fondi del Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia/Francia Interreg ALCOTRA 2014/2020. Il Progetto, coordinato in qualità di capofila dal Comune di Nus e condotto in partenariato con la Communauté de communes Haute-Provence Pays de Banon, prevede il potenziamento dei due poli astronomici di Saint-Michel-l’Observatoire (Haute-Provence) e di Nus – Saint-Barthélemy (Valle d’Aosta) per il rilancio dell’attrattività dei rispettivi territori di riferimento grazie in particolare alla diffusione della cultura scientifica.
La kermesse comincerà venerdì 27 settembre al pomeriggio per concludersi domenica 29 settembre all’ora di pranzo. L’inaugurazione ufficiale si terrà sabato 28 settembre alle ore 11.00 nel salone dell’Osteria del Passet, nella frazione di Porliod.
Il vallone di Saint-Barthélemy è tra i siti osservativi con meno inquinamento luminoso dell’Italia settentrionale, grazie alle montagne che schermano le luci di Aosta, Torino e Milano, pur lasciando libera gran parte della volta celeste. Durante lo Star Party il cielo è ancora più buio: infatti nelle notti tra venerdì e sabato e tra sabato e domenica l’amministrazione comunale di Nus opera lo spegnimento dell’illuminazione pubblica delle frazioni del comprensorio montano.
Approfittando della fase di Luna nuova e confidando nel meteo favorevole, il cielo valdostano potrà regalare panorami mozzafiato, a occhio nudo, al telescopio e con le riprese digitali.
Gli appassionati potranno disporre i propri telescopi:

  • nella piazzetta della chiesa di Lignan (oltre 1.600 m sul livello del mare), che sarà riservata agli appassionati di osservazioni visuali;
  • nella zona di osservazione d’alta quota dell’area pic-nic a Porliod (1.900 m), senza dotazione di corrente elettrica, ma con parcheggi adatti ai camper, toilette pubbliche aperte per tutta la notte e area verde attrezzata per ottime grigliate in compagnia;
  • nella zona di osservazione d’alta quota dell’Osteria del Passet (1.960 m), appena sopra l’area pic-nic di Porliod, con un parcheggio da 45 posti, dotazione di corrente elettrica e locale aperto 24 ore su 24 per panini e merende tipiche valdostane;
  • nelle altre frazioni montane prossime all’Osservatorio Astronomico, come Clemensod, Saquignod, Venoz, Le Cret e La Combaz, nel rispetto di residenti e turisti;
  • al costo di Euro 5,00 e su prenotazione, nelle piazzole di osservazione dell’Osservatorio Astronomico, dotate di corrente elettrica e servizi accessori per l’accoglienza (si veda a p. 3 per costi e modalità di prenotazione).

In Osservatorio Astronomico saranno proposte anche visite guidate divulgative diurne e notturne (si veda a p. 3 per orari, costi e modalità di prenotazione). Il pagamento si effettua sul posto.
Il tradizionale mercatino enogastronomico, sempre molto apprezzato, si terrà nella sola giornata di sabato, dalle ore 9.00 alle 18.00 circa, nel prato recintato accanto alla Locanda “La Barma“.
Il cielo buio di Saint-Barthélemy ha permesso di candidare l’altopiano dove sorge l’Osservatorio Astronomico in qualità di Stellarium Park dell’UNESCO, l’agenzia per la cultura della Nazioni Unite. Questa prestigiosa certificazione individua località non lontane da grandi centri abitati, ma dalle quali è possibile ancora ammirare una volta celeste ricca di stelle. La candidatura e il relativo processo di concessione, lungo e laborioso, fanno parte della strategia individuata per il raggiungimento degli obiettivi del Progetto EXO/ECO.
Sempre in questo contesto, l’amministrazione locale sta eseguendo importanti interventi di ammodernamento dell’illuminazione pubblica, la ristrutturazione dell’edificio del Planetario e il totale rinnovo del precedente sistema di proiezione a tutta cupola, ormai obsoleto, con uno di ultimissima generazione, l’ampliamento della Sala conferenze per le attività rivolte alle scolaresche di ogni ordine e grado, infine la completa risistemazione dell’Area Leyssé, che quindi non potrà essere utilizzata per questa edizione dello Star Party per accogliere camper, automobili, tende e telescopi degli astrofili.
Grazie a nuove aree attrezzate dotate di prese elettriche, il grande prato dell’Area Leyssé sarà in grado di ospitare grandi eventi dedicati all’osservazione del cielo e alla cultura astronomica, a cominciare proprio dai futuri Star Party, ma anche iniziative di carattere naturalistico e spettacoli.

Maggiori dettagli su possibilità di pernottamento e prenotazioni su oavda.it

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scritto da

La Redazione La Redazione

Il portale EDU INAF è la piattaforma per la didattica e la divulgazione dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. Uno spazio innovativo che dà voce alle attività di tutte le sedi dell’ente presenti sul territorio e mette in relazione la ricerca astronomica con i diversi pubblici. Risorse didattiche, corsi online, eventi e approfondimenti trovano qui un punto d’incontro tra la comunità scientifica, gli insegnanti, gli studenti e il pubblico interessato a contenuti astronomici di qualità.

Categorie