Eventi

Riparte FISICAST, la fisica da ascoltare

A giugno è ritornato dopo un anno di silenzio FISICAST, il podcast sulla fisica. Abbiamo intervistato Gianluca Li Causi, ricercatore dell’INAF e coordinatore del progetto.
Gianluca Li Causi

FISICAST, il podcast italiano della Fisica, ha ripreso la produzione a partire dal mese di giugno, con nuove puntate dedicate a capire com’è fatto e come funziona il mondo che ci circonda.
EduINAF intervista Gianluca Li Causi, ricercatore dell’INAF e coordinatore del progetto.

Gianluca, l’appuntamento è con una nuova puntata il primo giorno di ogni mese, puoi anticiparci gli argomenti delle prossime uscite?

Per questo mese di Luglio, nella puntata in uscita proprio in questi giorni, parliamo di raggi cosmici con Livia Soffi dell’INFN. Il titolo della puntata di Giugno era “Il suono”, a cura di Giovanni Organtini, della Sapienza e a seguire, ospiteremo una uscita dedicata a “Il fotone oscuro”, di Danilo Domenici, INFN. Dopo questi primi assaggi, abbiamo già in caldo altri contenuti, dalla fisica del caffè a quella dello sport, dall’infinitamente piccolo agli universi paralleli e molto altro ancora!

Ci racconti la storia di FISICAST e da dove nasce il progetto?

FISICAST è nato otto anni fa con l’idea di realizzare un podcast che avvicinasse la Fisica alla gente, spiegandola in modo semplice e corretto al tempo stesso. Abbiamo avuto da subito una grande diffusione, considerata la specificità dell’argomento, e in sette anni abbiamo pubblicato 61 puntate che spaziano dalla fisica classica alla meccanica quantistica, dall’astrofisica ai fenomeni terrestri, ripercorrendo anche le vite degli scienziati del passato, arrivando a superare i 12 mila ascolti al mese. Poi, per varie ragioni, nell’ultimo anno l’attività si è interrotta, ma adesso grazie all’arrivo di nuovi collaboratori, tra INAF, INFN e Università di Roma “La Sapienza”, abbiamo rafforzato la squadra e da questo mese riprendiamo la cadenza mensile.

Per chi ancora non vi conosce puoi dirci qual’è la vostra mission? E perché nell’era del video streaming voi fate un prodotto solo audio?

FISICAST mira a spiegare, non soltanto raccontare, i concetti della fisica e i fenomeni della natura. E in questo è complementare ai numerosi prodotti divulgativi già presenti sui media. La scelta del formato audio è stata un’idea ambiziosa che ci ha posto una bella sfida: si può davvero far comprendere le leggi del moto, la fisica quantistica, o l’astrofisica, soltanto con le parole, senza alcun ausilio grafico? Abbiamo scoperto che si può fare, a patto di utilizzare il linguaggio di tutti i giorni e trarre esempi e analogie dal quotidiano. Inoltre è vantaggioso per l’ascoltatore, poiché ne stimola l’attenzione e l’immaginazione, in quanto deve rappresentarsi nella sua mente quel che diciamo, ed è vantaggioso per noi ricercatori, perché ci costringe a cercare il modo migliore per spiegare i concetti e spesso a comprenderli noi stessi in modo nuovo, al di là delle formule matematiche. Senza contare la maggiore facilità di fruizione, puoi ascoltarlo mentre guidi, corri, o durante le faccende domestiche.

Grazie Gianluca. Puoi ricordare ai lettori dove possono essere ascoltate le vostre puntate?

Tutte le puntate, vecchie e nuove, vengono pubblicate sul sito web di FISICAST e rimbalzate sulle principali piattaforme podcast, come Spotify, iTunes, Google Podcast ed altre. Parlò di noi tempo fa anche Media INAF.
Poi abbiamo un canale YouTube, chiamato FISICAST podcast e siamo presenti su FaceBook, Twitter, e Telegram.
Potete anche seguire i nostri canali social per essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, o riascoltare le puntate d’archivio!

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scritto da

Categorie