Eventi

A Roma il primo Convegno Nazionale di Astronomia inclusiva

Il 2 e il 3 marzo, a Roma, si terrà il primo convegno nazionale sull'astronomia inclusiva che riunirà istituzioni e associazioni interessate ad aprire l'astronomia realmente a tutti

La conoscenza deve essere accessibile a tutti. Chiunque, se vuole, deve avere le possibilità di divenire un astrofilo, un fruitore della divulgazione, anche un astronomo professionista. E’ dunque nata la necessità di rendere la scienza fruibile a tutti, operando concretamente per una divulgazione dell’astronomia che includa anche le persone con disabilità, come del resto suggerisce l’Art. 9 e l’Art. 33 del dettato Costituzionale.
La divulgazione inclusiva promuove proprio questo, ovvero il rendere accessibile a tutti le stesse informazioni, esperienze, beneficiare delle finalità di ogni evento, per viverlo e goderlo autonomamente nonostante le varie necessità, difficoltà, barriere fisiche o architettoniche ed esigenze personali.
In altri termini, La divulgazione inclusiva è quindi basata sul concetto di universal design (progettazione per tutti), una divulgazione accessibile a tutti, a prescindere dall’eventuale presenza di particolari condizioni di disabilità.
A tal fine, l’Unione Astrofili Italiani (UAI) nel 2016 ha promosso il progetto Stelle per Tutti, con la finalità di diffondere e istituzionalizzare la Divulgazione Inclusiva mettendo in rete le associazioni astrofile interessate su tutto il territorio nazionale.
Anche astronomi professionisti, in ambito INAF, hanno promosso e incoraggiato questo progetto durante il barcampCieli Piemontesi“, organizzato annualmente da associazioni astrofile piemontesi, INAF e SAIt.
A tal fine, dopo un lungo lavoro preparatorio si è quindi reso necessario organizzare il 1° Convegno nazionale di divulgazione inclusiva dell’Astronomia.
Tre i gruppi che si formeranno per impegnarsi nei seguenti tavoli di lavoro:

  • Astronomia e disabilità sensoriali
  • Astronomia e disabilità motorie
  • Astronomia e disabilità intellettive/cognitive

L’incontro si terrà presso il Centro regionale S. Alessio “Margherita di Savoia” per ciechi (Viale Carlo Tommaso Odescalchi, 38 – 00147 Roma), il 2 e 3 Marzo 2019.
Il convegno è rivolto agli astrofili, alle persone con disabilità, a rappresentanti di enti pubblici (università, INAF, IAU, ecc.) interessati alla divulgazione inclusiva dell’astronomia. L’incontro ha un taglio operativo, e si prefigge i seguenti obiettivi:

  1. Conoscenza reciproca dei partecipanti al gruppo e delle relative associazioni
  2. Condivisione del “Manifesto del team UAI-Divulgazione Inclusiva” (obiettivi del gruppo)
  3. Definizione di un logo di “Divulgazione Inclusiva UAI” e dei criteri per assegnarlo
  4. Obiettivi a livello di gruppo di lavoro per tipo di disabilità (Non vedenti, sordi, sordo-ciechi, disabilità motorie, disabilità mentali):
    1. Condivisione di attività fatte e definizione da queste di “best practices”
    2. Definizione di obiettivi operativi e di piano di azione per i prossimi mesi
  5. Identificazione di modalità operative per coinvolgimento delle associazioni di disabili nazionali e locali
  6. Identificazione di modalità operative per cooperazione con INAF / IAU / Università
Ulteriori informazioni, approfondimenti e iscrizioni sul sito del Progetto UAI “Le stelle per tutti
Chiusura delle registrazioni: 21 febbraio 2019

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scritto da

Massimo Aprile Massimo Aprile

Lavora dal 1997 all’Osservatorio Astrofisico di Torino – Istituto Nazionale di Astrofisica. Da piu’ 30 anni si occupa di ICT, sviluppo software, amministrazione di sistema, ed è stato anche web administrator del sito dell’Osservatorio Astrofisico di Torino e di altri siti nel campo della didattica e divulgazione. Attualmente lavora nel gruppo D&D dell’INAF-OATo, dove si occupa, fra le altre cose, dell’organizzazione del Barcamp per l’Astronomia Cieli Piemontesi, una sinergia fra astrofili, appassionati di Astronomia e astronomi professionisti, e promuove varie iniziative nell’ambito della lotta all’inquinamento luminoso.

Categorie