L'Alternanza Scuola Lavoro presso l'INAF

Tutti gli studenti del triennio finale di un Istituto di Istruzione Superiore devono per legge effettuare almeno 400 ore (Istituti tecnici e professionali) o 200 ore (Licei) di progetti di Alternanza Scuola Lavoro (ASL). L’ASL coinvolge nel 2017/2018 circa 1 milione e mezzo di studenti (1)LEGGE 13 luglio 2015, n. 107 (Legge sulla Buona Scuola): Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti.
Leggi gazzettaufficiale.it
(2)DM 3 novembre 2017, n. 195: Regolamento recante la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro e le modalità di applicazione della normativa per la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro agli studenti in regime di alternanza scuola-lavoro.
Leggi gazzettaufficiale.it
. Link per sapere di più sull’ASL

L'ASL in INAF

Negli ultimi anni la quasi totalità delle sedi INAF ha iniziato a proporre in modo spontaneo percorsi diversi e gratuiti di ASL sulla scia di esperienze preesistenti con le scuole e nel pieno rispetto della mission dell’Istituto.

Nel 2017, si è formato in INAF un Gruppo di Lavoro sull’ASL, composto da: Livia Giacomini (referente nazionale), Silvia Casu, Edvige Corbelli, Annalisa Deliperi, Nino La Barbera, Antonio Maggio, Sabrina Masiero, Sabrina Milia, Emanuella Puddu, Stefano Sandrelli, Stefania Varano, Alessandra Zanazzi.

Come prime attività, il Gruppo di lavoro sull’ASL ha realizzato un censimento delle attività di ASL in INAF e pubblicato dei Report su queste attività.
Il Report dell’anno 2017/2018 è in pubblicazione.
Il primo Report è dell’anno 2016/2017 (3)L’Alternanza Scuola Lavoro in INAF a.s. 2016/2017” Giacomini, Livia, INAF-IAPS, Ziggiotti, Marco, Gruppo di Lavoro sull’ASL della D&D INAF, composto da: Silvia Casu, Edvige Corbelli, Annalisa Deliperi, Livia Giacomini, Nino La Barbera, Sabrina Masiero, Sabrina Milia, Emanuella Puddu, Stefano Sandrelli, Stefania Varano, Alessandra Zanazzi doi:10.20371/INAF/PUB/2017_00001 (4)Alternanza Scuola-Lavoro in INAF: come trasformare l’eccellenza della ricerca astrofisica e spaziale italiana in un precursore di didattica della scienza” Candidato Ziggiotti Marco, Relatrice Livia Giacomini – Master di II Livello Scienza e Tecnologia Spaziale, Università di Roma Torvergata, discussa il 22 gennaio 2018 Link alla tesi del Master in STS, Università di Tor Vergata.

Da questa analisi emerge come l’ASL sia considerata da INAF come uno strumento diffuso e capillare per consolidare e promuovere la diffusione della cultura scientifica di base, incoraggiare i giovani ad intraprendere lo studio delle discipline scientifiche, fungere come importante attività di orientamento offrendo agli studenti l’opportunità di vivere un’esperienza diretta di cosa voglia dire “fare scienza”.

I progetti censiti sono molto diversi tra loro, ma classificabili in cinque differenti categorie:

  • Categoria Ricerca: gli studenti lavorano singoli o in piccoli gruppi presso laboratori e locali INAF (< 5 studenti), seguono inizialmente seminari didattici, acquisiscono dati e/o imparano a processarli e producono una relazione del loro lavoro sotto forma di un report scientifico. Questi progetti hanno una durata media lunga (il 40% è maggiore di 80 ore) e sono maggiormente scelti da Licei Scientifici.
  • Categoria Comunicazione&Divulgazione: gli studenti lavorano in gruppi compresi tra le 5 e le 20 unità, presso INAF e/o presso il loro Istituto Scolastico, producono materiale multimediale, brochure, siti web, serate astronomiche e altro materiale di carattere didattico e divulgativo. Questi progetti hanno durate variabili e, in media, una più alta partecipazione di studenti provenienti da Licei Classici.
  • Categoria Tecnologia: gli studenti lavorano singoli o a coppie presso laboratori e locali INAF, seguono inizialmente seminari teorici, sono introdotti in laboratorio dove utilizzando una particolare tecnologia (stampanti 3d, elettronica analogica, sviluppo di app), producono fisicamente un oggetto e ne testano il funzionamento. Sono i progetti più somiglianti a stage o tirocini, spesso scelti da Istituti Tecnici.
  • Categoria Archivi Storici & Biblioteche: gli studenti lavorano singoli o a coppie presso Biblioteche storiche INAF o partecipano a progetti di Storia della Scienza con particolare attenzione a tecniche e/o a cataloghi dati storici.
  • Categoria Amministrazione: gli studenti lavorano singoli o a coppie presso reparti amministrativi dell’INAF svolgendo lavoro di tipo logistico/organizzativo.

Note   [ + ]

1. LEGGE 13 luglio 2015, n. 107 (Legge sulla Buona Scuola): Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti.
Leggi gazzettaufficiale.it
2. DM 3 novembre 2017, n. 195: Regolamento recante la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro e le modalità di applicazione della normativa per la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro agli studenti in regime di alternanza scuola-lavoro.
Leggi gazzettaufficiale.it
3. L’Alternanza Scuola Lavoro in INAF a.s. 2016/2017” Giacomini, Livia, INAF-IAPS, Ziggiotti, Marco, Gruppo di Lavoro sull’ASL della D&D INAF, composto da: Silvia Casu, Edvige Corbelli, Annalisa Deliperi, Livia Giacomini, Nino La Barbera, Sabrina Masiero, Sabrina Milia, Emanuella Puddu, Stefano Sandrelli, Stefania Varano, Alessandra Zanazzi doi:10.20371/INAF/PUB/2017_00001
4. Alternanza Scuola-Lavoro in INAF: come trasformare l’eccellenza della ricerca astrofisica e spaziale italiana in un precursore di didattica della scienza” Candidato Ziggiotti Marco, Relatrice Livia Giacomini – Master di II Livello Scienza e Tecnologia Spaziale, Università di Roma Torvergata, discussa il 22 gennaio 2018 Link alla tesi del Master in STS, Università di Tor Vergata