Libri

Storia sentimentale dell’astronomia

L'astronomia non è fatta solo delle grandi scoperte,ma anche degli uomini che le hanno compiute. In "Storia sentimentale dell'astronomia" di Piero Bianucci edito da Longanesi scopriamo le curiosità meno note dietro le storie degli astronomi

Sapevate che Talete cadde in un pozzo mentre passeggiava guardando la Luna e una servetta tracia si fece beffe del filosofo? O che Tycho Brahe girava con un naso finto perché aveva perso quello vero in un duello? Che Keplero faceva oroscopi e che Galileo frequentava case di piacere? E poi ancora, che Newton era invidioso e attaccabrighe mentre Hubble, che fece le prime osservazioni a favore della teoria dell’espansione dell’universo, da giovane era un pugile in corsa per il titolo mondiale?
Sono solo alcune delle vicende curiose, spesso al limite del pettegolezzo, che il giornalista scientifico Piero Bianucci raccoglie in Storia sentimentale dell’Astronomia, edito da Longanesi, per ricordare al lettore che la nascita delle scoperte astronomiche (e più in generale di qualunque scoperta scientifca) è strettamente intrecciata alle vite degli uomini, da Newton a Galileo, da Hubble a Keplero, che hanno dedicato la loro esistenza all’esplorazione del cielo stellato.

Abbiamo parlato di:
Storia sentimentale dell'astronomia
Piero Bianucci
longanesi, 2012
312 pagine, cartonato – 19,90 €
ISBN: 9788830430969

Scritto da

Annalisa Deliperi Annalisa Deliperi

Osservatorio Astrofisico di Torino

Categorie