Astrografiche Cacciatori di comete

In viaggio verso la nube di Oort

Facciamo un viaggio nel Sistema Solare fino ai suoi bordi piĂą estremi: la nube di Oort.

Per l’astrografica di questo mese compiremo un viaggio che dal Sistema Solare interno ci porterĂ  fino alla nube di Oort, una fascia di asteroidi e altro materiale che si trova ai confini piĂą esterni del nostro sistema. Questa nube è ritenuta la zona dell’universo dove hanno origine le comete che attraversano periodicamente i nostri cieli. La sua esistenza, però, non è stata confermata da alcuna osservazione diretta: per quel che sappiamo del Sistema Solare, solo la sua esistenza ci permette di spiegare senza problemi la presenza delle comete in viaggio tra i nostri pianeti.
Questa idea venne proposta per la prima volta nel 1932 dall’astronomo estone Ernst Ă–pik, ma la formulazione attuale risale al 1950, proposta dall’olandese Jan Oort. Ed è proprio quest’ultimo che incontreremo nell’astrografica di oggi, insieme con il nostro ormai abituale Virgilio: Carl Sagan.

nube_oort01
nube_oort02

nube_oort03
Vedi la versione in png | pdf

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scritto da

Gianluigi Filippelli Gianluigi Filippelli

Ha conseguito laurea e dottorato in fisica presso l’Università della Calabria. Tra i suoi interessi, la divulgazione della scienza (fisica e matematica), attraverso i due blog DropSea (in italiano) e Doc Madhattan (in inglese). Collabora da diversi anni al portale di critica fumettistica Lo Spazio Bianco, dove si occupa, tra gli altri argomenti, di fumetto disneyano, supereroistico e ovviamente scientifico. Last but not least, è wikipediano.

Categorie