Premi e concorsi Arte e letteratura

Concorso Gianni Rodari: ci siamo!

Opere, premiazione e matite: (quasi) tutto quello che vorreste sapere sulla seconda edizione del Concorso INAF "A Gianni Rodari, via Lattea quaraquarinci"

Aggiornato il 8 Marzo 2022

ADA disegno finito
Illustrazione di Emanuela Bussolati

Care Sognatrici, cari Sognatori
abbiamo il piacere di segnalarvi che la premiazione della seconda edizione del Concorso di scrittura INAF A Gianni Rodari, via Lattea quaraquarinci avrà luogo lunedì 7 marzo alle 17:30, in modalità online. Indicazioni per la connessione saranno date esclusivamente nella pagina stessa del Concorso, in alto, quindi… tenetela d’occhio!
Inoltre, è finalmente giunto il momento tanto agognato della pubblicazione delle vostre preziose Opere. Le trovate su questa pagina, divise in due volumi: uno per i partecipanti della Scuola Primaria (52 individuali, 31 di classe) e uno per la Scuola Secondaria di primo grado (116 individuali, 13 di classe).

Ecco già qualche anticipazione, in anteprima (ma tranquilli, senza spoiler): nel complesso, anche quest’anno ci siamo immersi in un Universo di storie delicate, frizzanti e divertenti. Abbiamo riscoperto insieme a voi il valore dell’amicizia, la voglia di esplorare nuovi orizzonti, il desiderio di preservare il nostro pianeta e ciò che lo circonda, con una costante attenzione a lasciare pulito lo spazio da vecchie sonde e da tutto ciò che abbiamo utilizzato per l’esplorazione del Cosmo, ma che ora non serve più. Abbiamo compreso con voi, di nuovo, come lo spazio sia davvero casa nostra. Abbiamo sognato insieme a voi in groppa a una cometa, partecipato a missioni astronautiche mirabolanti, incontrato e dialogato con alieni di forme e indoli più varie. Soprattutto, però, abbiamo partecipato a storie umanissime che hanno spiccato il volo sulle ali dell’astronomia. Come potete facilmente immaginare, proprio questo affascina di più noi del Gruppo Storie dell’INAF: perciò vi siamo debitori.
Ringraziamo davvero tutti voi, le vostre famiglie, insegnanti, collaboratori scolastici e le vostre scuole per averci regalato queste preziose sensazioni che resteranno vive nel tempo, come resteranno senz’altro vivi i mille mondi fantastici in cui ci avete condotto.

Francesca_Poppi
Francesca Poppi (autoritratto)

Prima di lasciarvi, un piccolo dettaglio finale: i premi!
I vincitori fra voi – divisi per età e categoria e considerati a pari merito – riceveranno un disegno inedito e originale eseguito per l’occasione dall’illustratrice Francesca Poppi (in arte, matitaelettrica) e una matita – non elettrica ma molto speciale! – dedicata a Gianni Rodari, che custodisce al suo interno storie e semi. Esatto, avete letto bene: oltre a scrivere e disegnare, può perfino germogliare. Ci avete dimostrato di sapervela cavare con l’astronomia e le storie. Noi rilanciamo con veri e propri semi, generatori di vita. Un modo per invitarvi a prendervi cura del Pianeta la cui salute, come abbiamo letto nelle vostre storie, vi sta molto a cuore. Avete il pollice verde? O siete già come noi, con la testa fra le stelle e le storie e un poco discoli con la terra e ciò che vi cresce sopra?

Ci siamo dunque: acrosticizzatevi scoprendo come gli altri partecipanti hanno utilizzato le vostre stesse parole di partenza per volare nello Spazio tra asteroidi e altri sorvegliati spaziali. Noi intanto ci diamo appuntamento online alla premiazione, lunedì 7 marzo alle 17:30.

GruppoStorie_INAF_immagineConcorso a cura di: Adamantia Paizis, Anna Wolter, Federica Duras, Giuliana Giobbi, Elena Zucca del Gruppo Storie dell’INAF.
Giuria: Elena Zucca, Francesca Brunetti, Marco Castellani, Sandro Bardelli del Gruppo Storie dell’INAF, insieme a Emanuela Bussolati, autrice, illustratrice e ideatrice di libri e collane per bambini, e Cesare Sottocorno, docente e conoscitore dell’opera di Gianni Rodari.

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scritto da

Adamantia Paizis Adamantia Paizis

Laureata in Fisica presso l’Università degli Studi di Milano, dopo aver conseguito il Dottorato di Ricerca in Astrofisica a Ginevra, è tornata a Milano presso l’INAF-IASF dove attualmente è ricercatrice. Dedica una frazione importante del suo tempo ad attività divulgative. Nel tempo libero ama leggere e scrivere.

Marco Castellani Marco Castellani

Ricercatore presso l'Osservatorio Astronomico di Roma. Si interessa di popolazioni stellari ed è nel team scientifico del satellite GAIA di ESA. Divulgatore e scrittore per passione, gestisce da anni il blog divulgativo GruppoLocale.it e coordina il progetto Altrascienza.it.

Anna Wolter Anna Wolter

Si laurea all’Università degli Studi di Milano. Lavora quindi presso l’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, Cambdrige, MA (USA). Ora è Prima Ricercatrice all’INAF-Osservatorio Astronomico di Brera ove si occupa di astronomia extragalattica multibanda, utilizzando di preferenza dati di alta energia. Studia in particolare nuclei attivi di galassie e sorgenti ultraluminose nella banda X in galassie esterne. Ha fatto parte del Comitato Direttivo della Divisione D (Alte Energie) dell’Unione Astronomica Internazionale (IAU). Dall’inizio di questo secolo dedica una frazione importante del suo tempo all’insegnamento e alle attività divulgative per vari tipi di pubblico. È correlatrice di varie tesi di Laurea presso le Università degli Studi di Milano. Ha tenuto più di 100 conferenze per il pubblico generico e altrettante per le scuole. Responsabile per la Lombardia delle Olimpiadi Italiane di Astronomia. Dal 2010 rappresenta l’Italia nella Rete di Divulgazione Scientifica dell’Osservatorio Europeo Australe (European Southern Observatory, ESO).

Francesca Brunetti Francesca Brunetti

Non è un’astronoma ma bibliotecaria all’INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri, dove partecipa attivamente alle locali attività di diffusione della cultura scientifica. Si occupa di promozione dell’editoria scientifica per bambini e ragazzi, collaborando con riviste specializzate.

Sandro Bardelli Sandro Bardelli

Ricercatore astronomo presso l’Istituto Nazionale di Astrofisica-Osservatorio Astronomico di Bologna. Il suo ambito di ricerca è la cosmologa osservativa, la struttura su grande scale dell’Universo e l’evoluzione delle galassie, tramite grandi survey spettroscopiche e immagini da satellite. Ha usato i maggiori telescopi ottici, radio e nella banda X e ha lavorato all’Osservatorio di Meudon/Paris, all’Osservatorio di Trieste eall’ESO (Germania). È autore di più di 200 pubblicazioni scientifiche. Inoltre è il responsabile per la didattica e la divulgazione presso l’Osservatorio Astronomico di Bologna e cura eventi, lezioni e corsi di aggiornamento per insegnanti.

Categorie