Report

L’INAF all’Isola della sostenibilità 2019

Mercoledì 4 dicembre a Roma al Macro di Testaccio è partita la sesta edizione di Isola della Sostenibilità. Un evento che per tre giorni ha avuto come obiettivo quello di divulgare, educare e informare le nuove generazioni sullo Sviluppo Sostenibile. Tre i padiglioni tematici per un percorso interattivo e immersivo: “Capire e misurare il problema“, “Agire per un uso efficiente delle risorse e una società low carbon” e infine “Prepararsi agli scenari futuri“.
Questa 6° edizione, con il coinvolgimento di MIUR, MIT, Regione Lazio e Roma Capitale, ha cercato di approfondire le tematiche legate al goal 13 dell’Agenda 2030 dell’ONU: “Agire per il Clima, adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze“.
L’INAF, insieme ad altri enti di ricerca quali il CNR, il CREA, l’ISPRA, l’Istituto Superiore di Sanità, insieme all’Università La Sapienza e Roma 3 e all’Agenzia Spaziale Italiana ha contribuito con seminari scientifici presso l’area “Agire” grazie ai nostri ricercatori Martina Cardillo (IAPS-Roma), che ha raccontato del forte legame esistente tra la ricerca spaziale e la nostra vita quotidiana, esplorando nel dettaglio tutte quelle soluzioni che oggi utilizziamo proprio grazie alle scoperte giunte dallo spazio e dall’astrofisica concentrandoci sulla possibilità di ottenere energia pulita dall’elio-3 sulla Luna e sul riciclo nella ISS; Elena Mazzotta Epifani (Osservatorio Astronomico di Roma) che ha parlato del nostro sistema solare e del nostro pianeta e di altre vite possibili extraterrestri; Daria Guidetti (IRA, Bologna) che ha illustrato le problematiche legate all’inquinamento in orbita e le contromisure alle quali gli enti spaziali e istituzioni di tutto il mondo stanno lavorando. Simone Ieva (Osservatorio Astronomico di Roma) ha invece raccontato dei piani di colonizzazione lunare e della possibile vita sul Pianeta Rosso e Davide Perna (Osservatorio Astronomico di Roma) ha illustrato quanto sia importante studiare gli asteroidi sia per l’insorgenza della vita attraverso il trasporto del materiale “prebiotico” sulla Terra primordiale sia per la minaccia rappresentata dal loro rischio d’impatto con il nostro Pianeta raccontandoci di tutti i progetti attualmente allo studio per la “difesa planetaria” dandoci la possibilità di sfruttare le loro risorse nel prossimo futuro.
Vista la tematica di questa edizione, l’Isola della Sostenibilità 2019 si è conclusa con un grande successo sia mediatico sia di partecipazione da parte del pubblico, soprattutto scuole e famiglie. Anche le proposte dell’Istituto Nazionale di Astrofisica sono state accolte positivamente, motivandoci affinché l’istituto possa partecipare sempre di più a iniziative come questa, legate alla salvaguardia del nostro pianeta.

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scritto da

eduinaf_avatar_autori Silvia Piranomonte

INAF, Osservatorio Astronomico di Roma.

Categorie