Eventi

Immagini dall’Universo

INAF a Sperimentando 2018, “La scienza delle immagini” – iniziative per la Settimana dell’Astronomia, Mostra Scientifica Interattiva XVII Edizione 14 aprile – 13 maggio 2018 presso la “Cattedrale” ex Macello, via Cornaro 1 – Padova
Lo stand dell’INAF a Sperimentando – foto Caterina Boccato

Oggi, venerdì 13 aprile, si è inaugurata la mostra scientifica interattiva Sperimentando(1)Scuole di ogni ordine e grado, famiglie e singole persone si possono prenotare al seguente indirizzo: sperimentando.lnl.infn.it/, giunta alla XVII edizione. Il tema di quest’anno è “La scienza delle immagini” con le arti visive che fanno da protagoniste.

Il visitatore viene infatti, coinvolto in un percorso interattivo sulle immagini che dall’infinitamente piccolo arriveranno all’infinitamente grande: dal mondo subnucleare, si passerà alle forme di vita più piccole, dal corpo umano alle opere d’arte, fino ad arrivare alla Luna, alle stelle, e all’Universo, che ci regala immagini spettacolari. E dove si parla di Universo e di Astronomia, l’Istituto Nazionale di Astrofisica non può mancare.

Nalla sezione di Fisica intitolata “Immagini dall’Universo” il nostro istituto, con l’immancabile mascotte Martina Tremenda che colora lo stand INAF con dei roll-up per spiegare ai più piccoli le onde elettromagnetiche e la classificazione delle galassie in forma di gioco interattivo.

Saranno presenti diverse attività ed exhibit dedicati ai curiosi di tutte le età: Dal bit all’immagine astronomica illustra come si fa a trasformare i dati presi dai telescopi nelle affascinanti immagini di nebulose e galassie che spesso ci lasciano incantati, attraverso l’uso di un software di elaborazione grafica.

Blink Blink! Trova la differenza mostra invece il funzionamento della macchina “blink” conservata al MUSA (Museo degli Strumenti di Astronomia) di Asiago, che veniva usata dagli astronomi per scoprire nuovi oggetti nel cielo, come supernovae o pianeti.

La Storia dei Sensori all’Osservatorio Astrofisico di Padova Asiago consiste in una raccolta di sensori “storici” montati sui telescopi di Asiago e sul Telescopio Nazionale Galileo (TNG), che hanno permesso all’Osservatorio fin dagli anni 70 di svolgere una ricerca all’avanguardia nel campo dell’astrofisica.

C’è poi una timeline su come è cambiato il modo di raffigurare i corpi celesti nel corso della storia dell’uomo rappresentata su un’infografica di 3 metri dal titolo Evoluzione dell’immagine astronomica.

Il set di oggetti tattili A Touch Of The Universe – foto Caterina Boccato

Nello spazio dedicato all’Astrofisica trova posto anche il kitA Touch Of The Universe“, un set di oggetti tattili per l’inclusione di persone non vedenti e ipovedenti nell’apprendimento dell’astronomia. Sono presenti un modellino di Luna tattile, dei poster in braille che rappresentano oggetti celesti visti attraverso diverse lunghezze d’onda, una semisfera e dei modelli 3D che illustrano alcune delle costellazioni più importanti. Il materiale fa parte del progetto “A Touch of the Universe“.

Gli exhibit sopra descritti sono stati realizzati dalle ragazze e dai ragazzi del Servizio Nazionale Civile che hanno risposto al Bando INAF 2017/2018: Francesca Damiani, Luca Lionetto, Devid Mazzaferro e Federica Niola sotto la supervisione di Caterina Boccato dell’INAF di Padova.

“Risolvere” le immagini è, invece, attività realizzata da Stefania Varano dell’INAF – Istituto di Radioastronomia di Bologna e Sara Ricciardi dell’INAF Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna, che illustra, attraverso un gioco con tavolette traforate e chiodini colorati, il concetto di risoluzione dell’immagine e di pixel.

Infine, è presente un televisore in cui è possibile vedere dei video in 3D su Marte con immagini dalla missione Viking, sulla cometa 67P e la sonda Rosetta, e sulla missione BepiColombo che esplorerà Mercurio. I video sono stati realizzati da Gabriele Cremonese, Emanuele Simioni, Pamela Cambianica, Alice Lucchetti, Teo Mudric e Cristina Re, INAF Osservatorio Astronomico di Padova.

Oltre allo stand all’interno della mostra, l’INAF – Osservatorio Astronomico di Padova, propone due laboratori:
Dal bit all’immagine astronomica: dal 7 al 12 maggio per studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Un laboratorio sulla realizzazione di una spettacolare immagine astronomica a partire dai dati grezzi che ci arrivano dai sensori dei telescopi (ideato da Devid Mazzaferro).

Tombola dell’Universo: 6 maggio 2018, per tutti.

Ulteriori informazioni su Sperimentando:  sperimentando.lnl.infn.it/

Per prenotazioni: http://sperimentando.lnl.infn.it/index.php/prenotazioni

Contemporaneamente a Sperimentando ci sarà la settimana dell’Astronomia, dal 16 al 22 aprile, e non mancheranno gli eventi organizzati per l’occasione:

Visite guidate alla Specola
Lunedì 16 aprile, mercoledì 18 aprile e venerdì 20 aprile in via dell’Osservatorio 5 Padova, alle ore 17.00, due gruppi da 30 persone ciascuno. Costo 5 € – con prenotazioni con e-mail a visitesperimentando@gmail.como al n.3487309666.

Note   [ + ]

1. Scuole di ogni ordine e grado, famiglie e singole persone si possono prenotare al seguente indirizzo: sperimentando.lnl.infn.it/

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scritto da

Caterina Boccato Caterina Boccato

Responsabile della Didattica e Divulgazione dell'Istituto Nazionale di Astrofisica.

Categorie