«

»

Mag 07

A caccia di alieni: guida galattica per futuri astrobiologi

A Caccia di Alieni

A Caccia di Alieni

Scritto da Mark Brake
illustrato da Colin Jack & Geraint Ford
Firenze ; Trieste : Editoriale Scienza, 2013

A Caccia di Alieni, Guida Galattica per Futuri Astrobiologi è l’ultimo libro per ragazzi di Mark Brake. Autore di molti libri per ragazzi che trattano di ricerca spaziale questa volta Brake ha deciso di condurci con semplicità e chiarezza verso il mondo affascinante della ricerca di vita nello spazio. La pubblicazione inizia descrivendo cos’è la vita, come si è evoluta sulla Terra e se è possibile trovarla anche tra i nostri vicini di casa, i pianeti e le lune del Sistema Solare. Brake, quindi, ci fornisce anche qualche “dritta” per riuscire a scovare la vita nell’Universo permettendoci così di diventare dei veri giovani astrobiologi. Ma saremo veramente in grado di trovare un alieno? Ed una volta trovato, quale sarà il suo aspetto e come riusciremo a comunicare con queste entità? Questi sono alcuni interrogativi cui “A caccia di Alieni” risponde.
Il libro si presenta, come si legge nella stessa prefazione, come un manuale, e quindi è un volume semplice da consultare, nel quale si trovano le informazioni essenziali di cui un giovane astrobiologo ha bisogno per capire cos’è la vita e come andare a caccia di alieni.
L’autore riesce ancora una volta a realizzare un testo di facile lettura ed a stuzzicare la curiosità del lettore illustrando in modo affascinante uno dei temi di punta della attuale ricerca scientifica. Le illustrazioni chiare e brillanti rendono il testo piacevole ed in grado di stimolare, non solo l’immaginazione dei più piccoli, ma anche quella di noi adulti.

John Robert Brucato – ricercatore astronomo presso l’INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri, Firenze e Professore di Astrobiologia presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Firenze, si occupa di astrobiologia. In particolare, studia in laboratorio i processi chimici e fisici attivi nel Sistema Solare e nel mezzo interstellare che hanno guidano la formazione ed evoluzione della materia organicai nello spazio, con lo scopo di comprendere i meccanismi di base che hanno permesso di formare la vita sulla Terra e, probabilmente, nello spazio. E’ impegnato nello studio di missioni spaziali dell’ESA e della NASA per la ricerca di vita su Marte e su asteroidi primitivi.