Spettacolo teatrale 45 minuti 1. Biennio scuola primaria (6-7 anni) 2. Triennio scuola primaria (8-10 anni) 3. Scuola secondaria inferiore (11-13 anni) 4. Scuola secondaria superiore (14-18 anni) 5. Docenti/educatori 6. Pubblico generico

Viaggio sulla Luna

La prima missione sulla Luna di una donna astronauta nell’anno 2057. Un viaggio fantastico concepito nell’800 dall’astronomo Ernesto Capocci, uno dei padri fondatori della moderna fantascienza.

Aggiornato il 28 Settembre 2021

dellavalle

Una trasposizione teatrale dell’opera Relazione del primo viaggio alla Luna fatto da una donna l’anno di grazia 2057 dell’astronomo Ernesto Capocci. Un’opera ottocentesca di divulgazione scientifica che anticipa alcuni dei temi ricorrenti della moderna fantascienza, come l’ibernazione, il rischio di collisioni con meteoriti e asteroidi durante i viaggi interplanetari, insieme a una delicata storia d’amore tra Urania e Arturo, il capitano della navicella spaziale. Il breve romanzo di Capocci ha ispirato Jules Verne nella stesura del più famoso “Dalla Terra alla Luna” scritto otto anni dopo.  Lo spettacolo è preceduto da una breve presentazione sulla figura di Ernesto Capocci e la sua opera.

Spettacolo di: Compagnia Teatrale “Lo spettacolo Continua”

Compagnia teatrale: Compagnia Teatrale “Lo spettacolo Continua”

Regia: Brunella Caronti

Con: Brunella Caronti, Massimo Della Valle (Inaf), Alessio Ferrucci

Sito: Associazione Culturale “Lo spettacolo continua”: video promozionale

Ispirato: Soggetto tratto dal breve romanzo di Ernesto Capocci di Belmonte, già direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte (1833-1850 e 1860-1864), “Cronache del viaggio alla Luna fatto da una donna nell’anno di grazia 2057”

Patrocinio: Inaf