INAF

Il futuro è adesso

02/11/2017 @ 21:00 -

Incontro sull’Extremely Large Telescope al Festival della Scienza di Genova

Data / Ora
Date(s) - 02/11/2017
21:00

Luogo
Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio

Categorie


L’Italia e l’Extremely Large Telescope dell’ESO. Dialogo internazionale con Xavier Barcons, Nichi D’Amico

Il futuro è adesso: lo scorso 26 maggio, a 3000 metri di quota sulle Ande cilene, è stata posata la prima pietra di quello che è stato definito il telescopio del futuro: l’Extremely Large Telescope (ELT) dell’Osservatorio Europeo Australe (ESO), un telescopio che parla italiano. Con uno specchio del diametro di 39 metri, unico al mondo, permetterà all’astronomia di compiere un incredibile balzo in avanti, paragonabile a quello fatto grazie al telescopio di Galileo. I telescopi estremamente grandi sono considerati una delle priorità dell’astronomia da terra: con ELT supereremo i limiti attuali dell’Universo conosciuto, spingendoci a osservare le prime stelle e le prime galassie che si sono formate, ma avremo anche la possibilità di studiare con un livello di dettaglio senza precedenti pianeti extrasolari dei quali oggi conosciamo appena l’esistenza. La costruzione di ELT vede il nostro Paese fortemente coinvolto, con il consorzio italiano ACe (Astaldi, Cimolai e EIE Group) vincitore dell’appalto per la realizzazione della struttura principale del telescopio e della sua imponente cupola, e l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) protagonista nella creazione di alcuni degli strumenti che ne rappresentano il cuore scientifico. L’ESO, l’Osservatorio Europeo Australe, è la maggiore organizzazione intergovernativa di astronomia in Europa: promuove e organizza la cooperazione nella ricerca astronomica. I principali rappresentanti dei due enti coinvolti, il direttore generale dell’ESO e il presidente dell’INAF, discuteranno di questo gigante in costruzione e delle sfide tecnologiche e scientifiche che potremo finalmente affrontare.

Per informazioni guarda su www.festivalscienza.it

Categorie